Bilancio dell’anno 2020

Tania

ADOZIONI
27 gatti e 2 cani
STERILIZZAZIONI
70 gatti (di cui 52 femmine e 18 maschi)
DECESSI
14 ed una gattina scomparsa
NUOVI OSPITI
10

Nel 2020 sono state prestate molte cure veterinarie, sia agli ospiti del rifugio che ai gatti dei territori, in particolare diverse TAC, interventi oculistici, ortopedici e costosissime operazioni odontoiatriche.

I gatti deceduti erano gatti da tempo malati, come Balbec e Kato, o soccorsi sul territorio.

I nuovi ospiti stanziali sono gatti anziani e/o malmessi (Mordecai, Lincoln, Swann e Trottola), e altri troppo selvatici per vivere in una casa (Pettine, Muriel, Simone, Jutta, Enola, Cairo).

Appello per Swann

Appello per Swann

Ammalato di FIP neurologica, ho perso l’uso di tutte le zampe.

Lui è Swann. Non avrà nemmeno in anno.

L’ho recuperato insieme ad altri sette gattini in una campagna in provincia di Roma. Mi hanno chiamato per chiedermi aiuto per  una ventina di gatti comparsi improvvisamente in una zona un po’ appartata rispetto alla strada.

Ho trovato buone adozioni per gli altri, ma lui ha la Fip neurologica e nel giro di un paio di giorni ha perso l’uso di tutte le zampe.
Nonostante io abbia da quasi 10 anni un rifugio dove vivono stabilmente 60 gatti, per varie ragioni non adottabili, ho deciso di tentare la nuova terapia per la Fip.
Oggi dopo 50 giorni Swann cammina, anche se un po scoordinaton, e ha ripreso a mangiare.

La cura sarà ancora lunga e molto costosa. Seguire lui mi costringe a rimandare visite urgenti per altri ospiti e non mi lascia risorse per soccorrere le emergenze che via via si presentano. Per questo chiedo un aiuto che possa permettermi di terminare serenamente la terapia di Swann senza interrompere di occuparmi degli altri gatti presenti nel territorio.

Se desideri altre informazioni, su Swann o sugli altri ospiti, scrivici! Per dare un contributo vai alla pagina “come contribuire”.

Lincoln

Anch’io sono stato trovato durante le feste di Natale.

Lincoln camminava zoppicando e piuttosto frastornato sul ciglio di una strada provinciale. Era magro e sporchissimo.

Ora è ospitato nel rifugio in attesa di ulteriori accertamenti. Essendo un gatto anziano e piuttosto malmesso, con tutta probabilità resterà come ospite fisso.

Noël

Un Natale sfortunato…

Noël è stato abbandonato dopo essere stato investito nel centro di Segni la notte di Natale (di qui il nome).

Nessuno lo ha soccorso nonostante i suoi lamenti.

La nostra socia Marysol lo ha raccolto e lo ha portato in pronto soccorso. Purtroppo è morto due giorni dopo.